Frittata Lili

Scalogno, cipolla e porro appartengono tutti alla famiglia delle Liliacee.

Più specificamente, fanno parte del genere Allium, che include diverse altre specie con caratteristiche simili, come l’aglio, l’erba cipollina e il cipollotto.

Sono ricche di vitamine, minerali e antiossidanti, e sono note per le loro proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antivirali.

Oggi prepariamo la Frittata Lili😋

RICETTA x 2 persone

👉 3 uova

👉 un porro (tutta la parte bianca)

👉 uno scalogno piccolo

👉 mezza cipolla piccola

👉 3C pecorino

👉 Sale q.b. (riducete perché c’è il formaggio)

👉 1c ghee

👉 Spezie facoltative

PROCEDIMENTO

Tagliate a fettine e a rondelle porro, cipolla e scalogno.

Fateli soffriggere per un minuto con il ghee in una padella piccola antiaderente, poi aggiungete sale e mezzo bicchiere di acqua.

Coprite e lasciate stufare a fiamma bassa per 15 minuti, mescolando una sola volta a metà cottura e aggiungendo un filo d’acqua se necessario.

Spegnete quando è scaduto il tempo e quando l’acqua è stata assorbita completamente.

In una ciotola, sbattete 3 uova di galline felici, aiutandovi con una frusta.

Aggiungete il pecorino grattugiato e le tre liliacee cotte.

Accendete il fuoco nuovamente e fate scaldare la padellina precedente (non serve olio).

Versate il composto, coprite e lasciate cuocere a fiamma bassa per 5 minuti.

Controllate la frittata alzandola con una spatola da un lato.

Potete girarla dall’altro lato, grazie all’aiuto di un piatto, quando anche sopra appare quasi asciutta e cotta.

Una volta girata, basta cuocere per 2 minuti al massimo.

Trasferite in un piatto, su cui avete posizionato una carta assorbente.

Degustate dopo 10 minuti così da apprezzarne la dolcezza.

P.s. puoi utilizzare il composto, anziché per farne una frittata, per mantecare la tua pasta…che diventerà una carbonara alle cipolle 😋

Lascia un commento

Se vuoi migliorare il tuo benessere a tavola, compila il box qui sotto e ricevi il videotest gratuito per identificare la tua costituzione ayurvedica